I luoghi imperdibili del SUD-EST ASIATICO tra Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia

Quali sono i luoghi imperdibili del sud-est asiatico, che spiccano maggiormente sugli altri? Cosa vedere in questa parte di Mondo? Domande per niente facili. Noi così lo abbiamo provato a chiedere a Sandro “The Jaunter” (alle spalle un’esperienza di 5 mesi vissuti a vagabondare tra Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia) e, da grande viaggiatore, ci ha saputo scrivere nero su bianco una personalissima lista (e non classifica!) dei luoghi assolutamente da non perdere in questa zona di mondo. Leggendo questo articolo le domande avranno finalmente una degna risposta! E forse in un futuro prossimo tutto questo tornerà utile anche a noi due. Quasi quasi dopo Sud America e Australia

Grazie mille a TheJaunter.com che soltanto con delle parole e qualche foto
è riuscito a farci ritrovare ai confini dell’Asia!

I luoghi imperdibili del Sud-Est Asiatico

Dopo aver scritto in modo dettagliato riguardo al mio itinerario via terra di 5 mesi nel sud-est asiatico, da cui trarre spunto ed ispirazione per un’idea di tragitto a lungo termine con tutte le destinazioni da me raggiunte ed esplorate, in questo articolo voglio cimentarmi nell’ardua (e forse neanche tanto simpatica) impresa di stilare una lista sulle località più belle e meritevoli da vedere tra Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia (e divise in base a questi quattro Paesi).

Ardua, sì, perché non è mai facile fare una graduatoria circa i luoghi migliori da visitare in una determinata zona, tanto meno per il sud-est asiatico, una parte di mondo piena di destinazioni magiche. E poi, diciamocelo, nel bene o nel male ogni luogo ci lascia dentro qualcosa che farà parte della nostra persona per sempre, per questo escluderne qualcuno non è mai semplice.

I parametri personali per la selezione

La mia sarà una selezione ovviamente soggettiva, ma comunque ONESTA, basata essenzialmente su un triplice fattore che va a dare vita e forma alla suddetta lista e che premia alcune mete piuttosto che altre, ovvero quello STORICO-CULTURALE-NATURALISTICO, tenendo però sempre bene a mente un altro aspetto (secondo me molto importante) non necessariamente legato ai tre precedenti: l’autenticità del luogo stesso!

Ma l’aspetto che più di ogni altro ha influenzato questa mia personale selezione di luoghi da non perdere va cercato in un fattore che esula da tutto il resto (e che in parte va inevitabilmente ad inificiare quelli sopraelencati) e che ogni buon viaggiatore conosce: il “pathos” per un determinato luogo, inteso come l’insieme di emozioni, buone vibrazioni, incontri e momenti speciali, che ci fanno ricordare ed amare una destinazione in modo particolare rispetto ad altre, magari anche superiori in termini di bellezza e attrattive.

Bene, dopo queste delucidazioni, siete pronti a scoprire cosa vedere nel sud-est asiatico? Ecco a voi i luoghi che ho amato!

I luoghi imperdibili del Sud-Est Asiatico: THAILANDIA

Bangkok

Puoi amarla od odiarla, ma tra le cose da vedere nel sud-est asiatico Bangkok ci entra di diritto, anche perché, molto probabilmente, sarà la prima tappa in cui metterete piede sul suolo asiatico! Energica, vibrante, caotica, chiassosa e trafficata, la capitale thailandese va vissuta appieno e in più giorni di permanenza. Case, locali, templi e quartieri tradizionali si alternano a grattacieli e centri moderni, in questa realtà sempre in fermento. Molto da vedere e fare, sia a livello storico-culturale che per quanto concerne il divertimento. Ammiratela dall’alto in uno dei numerosi rooftop bar sparsi per la città!

Bangkok vista dall'alto di notte

Ayutthaya

L’antica e gloriosa capitale del regno di Siam, caratterizzata dalla presenza di innumerevoli templi e rovine di indiscutibile valore e bellezza (sia all’interno del suo Parco Storico che all’esterno di quest’ultimo), da girare rigorosamente in bicicletta! Ma Ayutthaya non è solo questo…Uscite dal centro per scoprire un’anima più rurale e campagnola della città, immergendovi nella vita quotidiana della gente locale.

Templi di Ayutthaya in Thailandia

Lopburi

Spesso snobbata durante un viaggio nel nord della Thailandia, questa cittadina è nota come “Città delle scimmie”, per la presenza di una nutrita schiera di primati non solo nel tempio-simbolo della città, il Phra Prang Sam Yod, ma anche lungo le sue strade e palazzi. Oltre alle scimmie, comunque, Lopburi offre anche templi interessanti o resti di questi, ottimamente integrati nel tessuto urbano, e un paio di escursioni fuori città da non sottovalutare!

La città delle scimmie di Lopburi in Thailandia

Chiang Mai

Famosa e bella città nord-thailandese, ricca di storia, fascino e templi da visitare. Oltre ad offrire una quantità non indifferente di attività ed escursioni da svolgere all’esterno delle mura cittadine (tra montagne e natura rigogliosa), Chiang Mai vi terrà impegnati per parecchio tempo. Locali, bar, strutture per tutte le tasche, viaggiatori zaino in spalla o semplici turisti animano le strade di questa vivace città, capace di mantenere al tempo stesso un aspetto “easy” e davvero piacevole.

Viale illuminato di Chang Mai in Thailandia

Pai

Piccolo ed estroso centro nell’estremo nord della Thailandia, molto rinomato tra i “backpackers” di tutto il mondo. Di sicuro non una delle mete più autentiche della Thailandia, anzi, ma entra ugualmente in questa lista per la bellezza della natura circostante, fatta di verdi colline, zone rurali e canyon. Scorazzare per questi ambienti in scooter è davvero un piacere e ammirerete dei bellissimi paesaggi! Pai è un’ottima tappa per riprendere energie e rilassarsi.

Trekking nella città di Pai in Thailandia

 

I luoghi imperdibili del Sud-Est Asiatico: LAOS

Luang Namtha

Autentica località del Laos del nord, Luang Namtha è la META per gli amanti del trekking. Foreste primarie, giungla e natura incontaminata fanno da sfondo a questa piccola cittadina (bruttina e con poco da offrire), in cui entrare in contatto con varie minoranze etniche in remoti villaggi sparsi tra le montagne laotiane. Da non perdere!

Ponte sospeso di Luang Namtha nel Laos

Muang Ngoi Neua

Uno dei tre piccoli e semplici villaggi (assieme a Nong Khiaw e Muang Khua) in cui sostare durante la navigazione lungo il fiume Nam Ou, bellissima esperienza da fare nel Laos del nord. Muang Ngoi Neua, tra i villaggi sopra citati, è quello più bello e caratteristico, incastonato in un fantastico ambiente naturale, dove la vita scorre lenta e placida, riscoprendo la bellezza delle piccole cose e azioni quotidiane.

Paesaggio di Muang Goi Neua in Laos

4000 isole (Si Phan Don)

Un’area situata nel sud del Laos disseminata di isole più o meno grandi adagiate lungo il fiume Mekong, le 4000 isole sono un posto fuori dal tempo, in cui vivere nella semplicità più assoluta. Strade sterrate, animali liberi di scorrazzare, bambini che si lavano nel fiume, qualche intimo localino, un ambiente selvaggio e rurale e il Mekong a regalare tramonti favolosi (probabilmente li ammirerete dall’amaca del vostro spartano bungalow) completano il tutto, in questo tratto di Laos dove trascorrere le giornate ad oziare o raggiungere siti di interesse naturalistico.

Tramonto alle 4000 isole del Laos

Altopiano del Bolaven (Bolaven Plateau)

Terra di origine vulcanica dalla lussureggiante vegetazione, ricca di cascate, corsi d’acqua, piccoli villaggi e rinomata per la produzione di caffè e tè, questo altopiano può essere esplorato in completa autonomia attraverso un percorso a “loop” più o meno lungo partendo dalla città di Pakse, dormendo in semplici alloggi a contatto con la natura, come in piccole farm a gestione famigliare. La cosa certa è che il Bolaven Plateau vi stupirà con i suoi stupendi paesaggi naturalistici!

Fiume nella natura nell'altopiano del Bolaven nel Laos

I luoghi imperdibili del Sud-Est Asiatico: VIETNAM

Hanoi

La capitale del Vietnam è una città dall’aspetto antico e tradizionalista, ricca di attrazioni storico-culturali, oltre che molto animata e trafficata. Bello perdersi per le strade della città vecchia, tra il caos cittadino, botteghe artigiane, locali, mercatini, vecchie case coloniali e pagode. Hanoi è anche un ottimo punto di partenza per esplorare la vicina località di Ninh Binh e la famosa e rinomata Baia di Halong.

Ponte riflesso nell'acqua ad Hanoi in Vietnam

 

Halong Bay

La Baia di Halong è un “must” per chi si reca in Vietnam e basta poco per capire il perché: è una delle sette meraviglie del mondo naturali! Enormi rocce che spuntano dall’acqua, baie e spiaggette nascoste in uno scenario davvero suggestivo e maestoso, rendono questo luogo una tappa irrinunciabile del Vietnam. Spettacolare!

Punto panoramico su Halong Bay in Vietnam

Hue

Una delle più antiche città del Paese, Hue è famosa per la sua cittadella, all’interno delle cui mura sorge la città imperiale, oltre che per le molte tombe imperiali e pagode presenti in loco. Uscendo dalla città, inoltre, si possono raggiungere alcuni luoghi di interesse come spiagge, lagune ed un lago con un enorme dragone al centro!

Drago che esce dall'acqua a Hue in Vietnam

Quy Nhon

Una delle più belle località costiere del Vietnam, situata nella parte sud del Paese. Belle spiaggie, in particolare lungo la baia di Bai Xep, siti di sicuro interesse come quello naturale di Eo Giò, piccoli villaggi di pescatori, un centro città animato e il fatto di essere un luogo per lo più autentico, fanno di Quy Nhon un posto da non perdere assolutamente!

Scogliera di Quy Nhon in Vietnam

Cam Lap

Nel sud del Vietnam, il Promontorio di Cam Lap è un luogo isolato e fuori dalle rotte turistiche, dove la pace e la serenità regnano sovrane e da cui è difficile andare via. Salite e perlustrate il promontorio tra natura selvaggia, picchi rocciosi che si buttano direttamente in mare (a mio parere il più bello del Vietnam), insenature e piccole spiagge nascoste, ammirando scenari mozzafiato. Uno di quei posti che ti entrano nel cuore!

I luoghi imperdibili del SUD-EST ASIATICO tra Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia

Ho Chi Minh

La più grande città del Vietnam è un mix di nuovo e antico e non si può certo definire visivamente bella. Anche a livello di monumenti offre poco. Allora perché inserirla in questa lista dei luoghi più belli da visitare nel sud-est asiatico? Perché se le concederete il giusto tempo saprà stupirvi, essendo una realtà “aperta”, frizzante ed eclettica, con dei bellissimi localini in cui passare qualche serata. “Cool”!

I luoghi imperdibili del Sud-Est Asiatico: CAMBOGIA

Kampot

Città di medie dimensioni nel sud cambogiano e rinomata per la produzione di pepe, Kampot, dietro il suo aspetto apparentemente tranquillo, nasconde un’anima vivace e vitale. Il centro presenta un’architettura coloniale decadente ma affascinante mentre, uscendo dalla città, troverete un’ambiente decisamente rurale, con alcune attrazioni storiche da visitare, come un piccolo tempio antecedente a quelli di Angkor.

Paesaggio naturalistico di Kampot in Cambogia

Koh Rong Samloem

Stupendo atollo a largo della costa cambogiana, con spiagge di sabbia bianca, mare cristallino e una natura generosa, in cui si respira una bella atmosfera e dov’è presente anche un minimo di vita notturna (sempre e comunque moderata, mai eccessiva). Quale spiaggia scegliere tra le varie presenti a Koh Rong Samloem? Quella di M-PAY BAY: bella, isolata e dove vi sembrerà di vivere in una piccola comunità!

Spiaggia e mare di Koh Rong Samloem in Cambogia

Phnom Penh

Per la sua genuinità, semplicità ed autenticità, una delle mie città preferite del sud-est asiatico! Meno caotica di altre realtà asiatiche, alterna quartieri decisamente tradizionali con un paio dall’aspetto più curato ed occidentalizzato. Realtà dinamica e in crescita, Phnom Penh offre una buona vita notturna e alcuni siti di interesse storico-culturale. Da scoprire!

Edificio storico di Phnom Pehn in Cambogia

Angkor

Come non inserire in questa lista il più grande sito religioso del mondo, nonché Patrimonio Unesco? Angkor con i suoi templi vi ammalierà, trasudando antichità da ogni singolo mattone! Un sito storico degno della sua fama!

Rovine dei Templi di Angkor in Cambogia

Banlung

Autentica realtà cambogiana fuori dalle classiche rotte turistiche, dall’aspetto decisamente fatiscente e straniante, ricoperta da uno strato di polvere rossa che si deposita un pò ovunque, Banlung è circondata da una natura rigogliosa fatta di cascate, laghi vulcanici e regala la possibilità di intraprendere percorsi di trekking per incontrare alcune minoranze etniche. Nel nord-est cambogiano, nella remota regione del Ratanakiri.

Piscina naturale con cascate di Banlung in Cambogia

Conclusione

Questa la mia personale lista dei luoghi imperdibili del sud-est asiatico, precisamente tra Thailandia, Laos, Vietnam e Cambogia. Bè, come pensavo non è stato facile scegliere i posti più meritevoli, ma credo di poter dire, in base ai parametri di selezione elencati all’inizio di questo post, di aver stilato un elenco onesto e coerente, soprattutto in base alla mia esperienza nel sud-est asiatico, un luogo della terra dove ho lasciato una parte di cuore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: